INCONTRI PROTETTI IN SPAZIO NEUTROspazio neutro 2

 

La Convenzione sui diritti dell’infanzia (1989) garantisce a ogni “essere umano avente un’età inferiore a diciott’anni” e che sia “separato da entrambi i genitori o da uno di essi, di intrattenere regolarmente rapporti personali e contatti diretti con entrambi i genitori”, a meno che ciò non sia contrario al suo benessere psicofisico e sociale (cf. art. 1 e art. 9, par. 3).

È per rispondere a questo fondamentale diritto dei minori che la cooperativa sociale ZOE ha creato, nel territorio del distretto Socio Sanitario VT/1, un servizio specialistico denominato: Spazio Neutro.

Favorire e sostenere la continuità della relazione tra il bambino e i suoi genitori a seguito di separazione, divorzio conflittuale, affido e altre vicende di grave e profonda crisi famigliare, è la finalità di questo tipo di servizio.
Lo Spazio Neutro, inoltre è uno spazio qualificato alla gestione degli incontri tra bambini e genitori, come luogo il più possibile neutro ai conflitti, alle rivendicazioni, alle strumentalizzazioni.
Lo Spazio Neutro si caratterizza anche come strumento qualificato e idoneo per osservare, valutare la qualità delle relazioni familiari nei casi di specifiche richieste da parte del CTU, in quanto la questione diventa più complessa quando esse entrano in contatto con il sistema giudiziario, come nei casi delle famiglie multiproblematiche.

I casi sono:

  • Famiglie che sono “messe alla prova” in quanto uno o più componenti sono affetti da handicap e/o malattia grave fisica e psichica;
  • Famiglia “disfunzionale” in cui è stata rilevata da parte degli operatori socio-sanitari una non idoneità nel compiere le funzioni di allevamento del minore proprie dell’istituto familiare;
  • Famiglie che “si mettono alla prova”, ovvero che scelgono di modificare la loro composizione attraverso l’affido etero-familiare, l’adozione o la separazione coniugale.

spazio neutro 4Gli incontri hanno obiettivi, tempi e modalità di funzionamento definiti dall’Assistente Sociale che ha in carico il minore e/o in esecuzione alle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria Minorile o Ordinaria.
Gli incontri vengono gestiti da un operatore specializzato (educatore, psicologo) che assume funzioni diverse: di vigilanza e tutela, di osservazione a fini valutativi, di mediazione tra le parti e il minore, di supporto nell’aumento di competenze comunicative, di promozione e rafforzamento dell’autonomia relazionale.
Il luogo fisico nel quale si svolge il servizio è uno spazio allestito nei modi del setting specifico di Spazio Neutro e ubicato nel comune di Onano (VT).
È composto da 3 stanze accoglienti e sicure, adeguatamente attrezzate con giochi e materiali diversi, per le esigenze di bambini e adolescenti, comprensivi di spazi morbidi per i più piccoli.
Il servizio, ancorché disposto sul Distretto del VT/1, è rivolto anche a minori e Servizi di altri distretti e della provincia; ma anche, essendo il Comune di Onano al confine con altre regioni, ad eventuali bisogni e richieste provenienti dalle province di Siena, Grosseto e Terni.
Sono attivi, inoltre e parallelamente, percorsi di sostegno alla genitorialità, ai quali i genitori stessi e il nucleo possono accedere in modo autonomo su prenotazione.

Referenti del Servizio: