GESTIONE MUSEI

farnese1
Secondo quanto rilevato da una recente indagine condotta dalla Corte dei Conti i musei si estendono in modo capillare su tutto il territorio nazionale e quelli di proprietà degli enti locali costituiscono la percentuale più elevata dei musei italiani ancora in costante espansione. I musei costituiscono un potente fattore di attrazione e di promozione del paese e possono assumere un’importanza strategica per lo sviluppo di rilevanti settori produttivi; pertanto non si esclude che i musei, ma il discorso vale per l’intero patrimonio culturale del paese, possano avere un propria “redditività”, nel rispetto dell’art. 9 della Costituzione, che pone tra i principi fondamentali e programmatici del nostro ordinamento la tutela del patrimonio storico e artistico della nazione.

La gestione di un museo da parte di un’amministrazione locale determina la necessità di adottare la scelta migliore per poter coniugare le esigenze prioritarie della tutela, con una visione moderna del bene culturale. Si è ormai consolidata la convinzione che, accanto allo storico ruolo conservativo, il museo debba affiancare quello didattico – divulgativo. Ed è dunque questo il compito principale che il gestore museale deve svolgere verso i visitatori, con il conseguente potenziamento dei processi produttivi direttamente connessi ai servizi culturali, attraverso una gestione adeguata degli allestimenti, della didattica, oltre che di un’offerta di servizi aggiuntivi innovativi.

La ZOE collabora pertanto con gli enti pubblici territoriali e le amministrazioni locali nella gestione dei beni museali, nella doppia accezione anzidetta: tutela del patrimonio, conservazione e innovazione dei servizi didattici e aggiuntivi, nella consapevolezza di un vincolo economico che, solo, può permettere la sostenibilità del bene pubblico.

L’organizzazione della struttura prevede che siano assicurati in modo adeguato e con continuità le seguenti funzioni fondamentali:

  • conservazione e cura delle collezioni e del patrimonio museale;
  • servizi educativi e didattici;
  • sorveglianza, custodia e accoglienza;
  • funzioni amministrative;
  • funzioni tecniche.

I profili professionali, i requisiti di accesso e le modalità di selezione del personale che la ZOE impiega nei servizi di gestione museale sono stabiliti dal regolamento sull’ordinamento degli farnese3uffici e dei servizi, in conformità alle norme di legge, agli standard museali, alla Carta nazionale delle professioni museali e ai profili specifici prescritti dalle Regioni.

Referente del servizio:

Claudia Pietrini 338.1372828